Fondazione Magnani Rocca: dal 19 marzo le opere del pittore Severini

Fondazione Magnani Rocca: dal 19 marzo le opere del pittore Severini

1998
0
CONDIVIDI

Gino-Severini-Zeus-partorito-dal-sole-1954-tempera-e-collage-su-cartoncino-cm-2715-x-412Al via dal 19 marzo al 3 luglio, presso la Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo, curata da Daniela Fonti e Stefano Roffi, una mostra monografica in onore del pittore cortonese Gino Severini.

L’esposizione prende spunto dalla presenza di due opere dell’autore nella collezione permanente della stessa Fondazione Magnani Rocca: la Danseuse articulée, capolavoro futurista, e la matissiana Natura morta con strumenti musicali. Accanto a queste, verranno esposte circa cento opere, dai dipinti ai lavori su carta di ingenti dimensioni, come anche alcuni esempi di studi preparatori. Ben venticinque le opere inedite, frutto di recenti scoperte, o mai esposte in Italia.

Gino-Severini-La-fillette-au-lapin-1922-olio-su-tela

Protagonista del Novecento, attratto prima dalle rotture linguistiche dell’avanguardia e successivamente concentrato sulla ricerca di un equilibrio armonico, di ispirazione classica, Gino Severini si accostò al Divisionismo, al Futurismo, al Cubismo, per approdare poi al Classicismo. A caratterizzare le sue stagioni non manca una certa fedeltà ad alcuni soggetti, che emergono nei suoi esordi e che – variamente declinati nelle epoche dello sperimentalismo linguistico dell’avanguardia o nelle riprese del naturalismo – definiscono la personalità del pittore stesso. La mostra per la Fondazione Magnani Rocca, infatti, si propone di organizzare le esposizioni non per ordine cronologico bensì tematico: dai ritratti e le maschere della fase divisionista alla danza tipica del periodo futurista, passando per i paesaggi e le nature morte da cui l’autore non si discosta fino a tutti gli anni Sessanta.

La mostra rimarrà aperta al pubblico dal martedì al venerdì, dalle 10 alle 18 (la biglietteria chiuderà alle 17), e sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 19 (la biglietteria chiude alle 18). Sarà possibile visitare l’esposizione anche il lunedì di Pasqua e lunedì 25 aprile.

Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere allo 0521 848327 o 0521 848148, info@magnanirocca.it, o consultare il sito www.magnanirocca.it.

Nessun commetno

Lascia una risposta: