Matteo Cambi, estinta la pena per la bancarotta

Matteo Cambi, estinta la pena per la bancarotta

1648
0
CONDIVIDI

Matteo CambiMatteo Cambi ha saldato il suo debito con la giustizia ed ora è un uomo completamente libero. L’estinzione della pena è stata infatti dichiarata dal tribunale di Sorveglianza di Bologna. Cambi, fondatore del marchio “Guru” e della sua celebre margherita indossata da numerosi vip, è stato arrestato nel 2008 e l’anno seguente ha patteggiato una condanna a 4 anni di reclusione per bancarotta fraudolenta. Coinvolti nel fallimento della società anche la madre dell’imprenditore e il patrigno.

All’epoca, a causa della tossicodipendenza, Cambi non è andato in carcere, ma è stato affidato ai servizi sociali ed è stato seguito da una comunità che lo ha aiutato a recuperare il suo stato di salute. Una buona notizia, l’estinzione della pena, che arriva a due anni dal suo matrimonio e alla vigilia della partecipazione come naufrago al reality L’isola dei famosi. A breve, infine, uscirà un libro dal titolo quantomai esplicito, “Margherita di spine”, di cui Cambi è autore.

Nessun commetno

Lascia una risposta: