Amministrative 2016, anche l’Italia Unica di Passera scalda i motori. Zoni: saremo...

Amministrative 2016, anche l’Italia Unica di Passera scalda i motori. Zoni: saremo l’alternativa

1126
0
CONDIVIDI

Italia Unica - Coordinamento Provinciale Parma - Gianluca ZoniUna delegazione di Parma capitanata dal coordinatore provinciale Gianluca Zoni, dai componenti del Coordinamento Provinciale e dai referenti delle Porte (sedi territoriali) di Parma e Provincia saranno presenti a Milano il 31 gennaio al Teatro Vetra per festeggiare un anno dalla nascita di “Italia Unica” con l’iniziativa politica “L’alternativa è in città”.

Il primo compleanno del movimento sarà l’occasione per il suo fondatore e leader, Corrado Passera, per fare il punto sull’attività dei dodici mesi trascorsi e fissare i nuovi obiettivi, a cominciare dalla sua candidatura a sindaco di Milano con una piattaforma civica liberal-democratica e popolare alternativa alla sinistra. Insieme al coordinatore nazionale Lelio Alfonso e al responsabile organizzativo Valter Catoni, Corrado Passera presenterà i temi forti che accompagneranno la sfida programmatica di Italia Unica alle prossime amministrative: lavoro, sicurezza e famiglia.

Festeggeremo con orgoglio – commenta Corrado Passera – nella mia Milano il primo compleanno di Italia Unica. La vera alternativa alla partitocrazia di oggi si può costruire soltanto investendo sui territori e per noi la città è il punto di partenza. Siamo pronti ad impegnarci in tantissimi in tutta Italia: io lo sto facendo a Milano, per restituirle un futuro con più sicurezza e lavoro, attraverso proposte concrete e realizzabili. Parte da Milano il nostro progetto di rete dei territori, piattaforma di aggregazione delle tante forze civiche e responsabili del Paese”.

Il coordinatore provinciale di Parma, Gianluca Zoni: “Tutto il coordinamento provinciale, che ringrazio di cuore per l’ impegno profuso in tempi non facili, sta lavorando con impegno e perseveranza per costituire, anche in provincia, delle sedi territoriali non solo per prepararci alle Amministrative del 2016, ma soprattutto per radicarci e poter costruire una vera alternativa ad una politica che parla molto ma agisce poco per il bene dei cittadini”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: