Ottantaseienne aggredita in casa da tre malviventi: li mette in fuga grazie...

Ottantaseienne aggredita in casa da tre malviventi: li mette in fuga grazie al Telesoccorso

714
0
CONDIVIDI

news3674Era in casa da sola, in Via Battaglia di Fornovo, strada chiusa e residenziale tra la Crocetta e Via Cremonese. Alcuni malviventi, con spiccato accento dell’est, hanno pensato che la donna, 86 anni, potesse essere un bersaglio facile.

Così si sono infilati nella camera da letto da una porta finestra lasciata, probabilmente, considerata l’assenza di segni di effrazione, aperta. Poi hanno frugato ovunque in camera: cassetti, armadi, comò.

Ma non hanno trovato quasi nulla, scoprendo però una cassaforte. Così hanno raggiunto l’anziana, in salotto davanti alla tv, e con la forza l’hanno condotta davanti alla cassetta di sicurezza.

Lei non ne h a voluto sapere, ha finto di non ricordarne la combinazione, gridato, morso uno di loro a un braccio mentre le facevano pressione psicologica e fisica. Ha provato a dire “sta arrivando mio figlio”, ma la risposa è stata gelida come la loro voce: “Ammazziamo anche lui”. Poi, all’improvviso, ha ricordato del telesoccorso.

Un magico pulsante sul comodino che fa partire le chiamate d’emergenza ai numeri indicati come “d’emergenza”. Così è partita la chiamata al figlio, e i tre, avvedendosi dell’allerta lanciato, sono fuggiti veloci come il vento, con una sola collana di oro e perle raccattata in casa.

Poco danno, ma tanta paura. Perché queste sono “bestie”, dice chi ha avuto a che vedersela con loro, che non hanno paura di nulla e nessuno. E il rispetto non sanno nemmeno cosa sia.

Nessun commetno

Lascia una risposta: