Incendiò alloggio Acer in via Colla, condannato a 2 anni di carcere

Incendiò alloggio Acer in via Colla, condannato a 2 anni di carcere

650
0
CONDIVIDI

tribunale parmaDue anni di reclusione sono stati inflitti al 45enne accusato di aver incendiato un appartamento Acer in via Colla, oltre che di resistenza a pubblico ufficiale. F.D., napoletano già noto per altre vicende alle forze dell’ordine, ha scatenato il panico in una palazzina di via Colla lo scorso 31 agosto, quando per una sorta di protesta diede fuoco al materasso del suo letto, provocando il rapido diffondersi delle fiamme che hanno causato ingenti danni all’appartamento. Il fumo invase l’intera palazzina, tanto che i vigili del fuoco preferirono evacuare l’intero condominio per accertarne la stabilità.

Dopo l’incendio, il 45enne è stato ricoverato in ospedale, ma al termine delle cure si era ripresentato a casa. I vicini allarmati dalla sua presenza hanno quindi chiesto l’intervento della polizia, che lo ha poi allontanato. Ma la pericolosità della situazione ha poi convinto la procura a chiederne la carcerazione in attesa del processo.

Adesso è arrivata la condanna a 2 anni che l’uomo dovrà scontare dietro le sbarre di via Burla. L’accusa aveva chiesto per lui 3 anni e 9 mesi di reclusione, ma il tribunale ha deciso di derubricare l’accusa di incendio doloso in quella meno grave di danneggiamento.

Nessun commetno

Lascia una risposta: