Nuova ambulanza donata all’Assistenza Pubblica

Nuova ambulanza donata all’Assistenza Pubblica

1446
0
CONDIVIDI

ambulanza eredità Giuliana Mutti_taglio nastroCi sono due cose durature che possiamo lasciare in eredità: le radici e le ali”, ha scritto il giornalista e scrittore statunitense William Hodding Carter II. La signora Giuliana Mutti ha fatto entrambe le cose, donando un’ambulanza all’Assistenza Pubblica di Parma, in ricordo del marito Fausto Soncini. Un dono che onora le radici dell’associazione di volontariato dell’Oltretorrente, da più di un secolo al servizio della città, e che apre le ali al suo impegno e senso di responsabilità, per offrire un soccorso sempre più qualificato e attento ai bisogni delle persone.

Il nuovo mezzo di soccorso, acquistato grazie al lascito testamentario di Giuliana Mutti, è stato inaugurato presso la sede dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili di Parma, in via Stirone. Alla cerimonia hanno partecipato Luca Bellingeri e Filippo Mordacci, presidente e vicepresidente della Pubblica, Andrea Camin, comandante dei militi, ed alcuni famigliari della benefattrice, scomparsa nel dicembre 2013 a 88 anni: i cugini Alberto Mutti, Francesco e Claudia Zanichelli.

L’ambulanza, che è stata benedetta da don Luigi Maggiali della Parrocchia di Ognissanti e diventerà la “Papa 3”, è il modello QTX, prodotto su Fiat Ducato dalle officine di Ambitalia Spa di Albinea (Re) del Gruppo Olmedo, e costituisce il vettore medicale con i più elevati standard di sicurezza, innovazione e cura stilistica dedicati a un veicolo di emergenza oggi disponibile sul mercato.

«È una vita che sono nel mondo del volontariato – spiega Alberto Mutti, presidente dell’Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi Civili di Parmae sono molto contento di essere ancora una volta utile alla città e veramente soddisfatto della scelta che Giuliana ha compiuto di donare un’ambulanza e di donarla proprio all’Assistenza Pubblica. Non solo abbiamo rapporti quasi continui con la Pubblica, ma nel 2000 l’associazione che presiedo ha anche ricevuto una medaglia d’oro dallo storico ente di volontariato della città per aver donato un’automedica. Attraverso mia cugina, continuiamo la tradizione…».

Profonda, la gratitudine da parte della Pubblica. «Siamo sinceramente riconoscenti alla signora Giuliana Mutti per questo lascito in memoria di Fausto Soncini che, peraltro, è stato anche un membro della nostra associazione, in qualità di socio contribuente», afferma Luca Bellingeri, Presidente dell’Assistenza Pubblica – Parma Onlus. «Grazie alla generosità di questo gesto, che è un importante segno di fiducia verso la nostra attività, possiamo continuare, come ente di volontariato, a crescere in termini di qualità del servizio, ma soprattutto di umanità: un mezzo di soccorso all’avanguardia è un modo per avere ancora più cura delle persone che andiamo a soccorrere e per garantire una maggiore sicurezza ai volontari nelle varie fasi dell’attività medica di bordo».

Nessun commetno

Lascia una risposta: