Salsomaggiore, dubbi sulla vendita all'asta del Baistrocchi. Rainieri chiede lumi al governatore...

Salsomaggiore, dubbi sulla vendita all'asta del Baistrocchi. Rainieri chiede lumi al governatore Bonaccini

1733
0
CONDIVIDI

Il Baistrocchi - SalsomaggioreLa vendita con asta pubblica del Centro Termale “Baistrocchi” di Salsomaggiore Terme finisce in una interrogazione presentata dal vicepresidente del consiglio regionale Fabio Rainieri (Ln), alla giunta del presidente Stefano Bonaccini.

Il Baistrocchi, ricorda il consigliere, “è un Consorzio di enti pubblici (Comune di Parma, ASP Ad Personam di Parma, Provincia di Parma, AUSL di Parma) avente come finalità di erogare cure termali a utenti poveri e bisognosi, con preferenza per quelli residenti nella provincia di Parma”. Nel luglio scorso, l’asta ha avuto quale esito “l’aggiudicazione provvisoria dei beni e dei rapporti oggetto di vendita a una società a responsabilità limitata costituita da diversi soggetti e avente sede a Salsomaggiore Terme, peraltro risultata l’unica offerente”. Secondo l’esponente della Ln, inoltre, “dopo la conclusione dell’asta, sarebbe cambiata la composizione sociale del soggetto aggiudicatario, in ragione dell’ingresso di nuovi soci e della ridistribuzione delle quote sociali, e non sarebbe ancora terminata la gestione commissariale”.

Rainieri, pertanto, chiede all’esecutivo regionale “se sia stata perfezionata l’aggiudicazione definitiva all’unico offerente, se si stia protraendo la gestione commissariale e per quali motivi”. Domanda, inoltre, “se la vendita sia avvenuta senza l’applicazione della normativa sugli appalti pubblici, fatto che potrebbe comportare la nullità del contratto, ovvero ritenga del tutto legittimo l’iter seguito dal commissario”. Chiede, infine, “quale sia la composizione sociale del soggetto aggiudicatario, se sia cambiata dopo l’aggiudicazione provvisoria, se lo stesso soggetto possieda le capacità tecniche e professionali per proseguire l’attività del Baistrocchi e se e quali garanzie occupazionali siano stati fornite al personale dipendente”.

Nessun commetno

Lascia una risposta: